A Reggio Emilia il 5×1000 sostiene la ricerca oncologica

I fondi raccolti dall’AUSL IRCCS di Reggio Emilia attraverso la donazione del 5×1000 finanzieranno un bando che valorizza la ricerca istituzionale in campo oncologico.
La raccolta relativa al 2016 ammonta a 224.828,16 euro, che la Direzione Scientifica ha scelto di mettere a disposizione progetti che i ricercatori dell’istituto proporranno e che valutatori esterni selezioneranno secondo criteri di validità scientifica.
I progetti avranno una durata da 1 a 3 anni e potranno ottenere un finanziamento massimo di 45.000 euro ciascuno.

L’invito è alla formulazione di progetti multidisciplinari stimolati dalla pratica clinica e proiettati a medio-lungo termine con studi di tipo qualitativo o quantitativo, osservazionali o sperimentali, di ricerca traslazionale, in ambito clinico-assistenziale, epidemiologico e di organizzazione sanitaria.

Massimo Costantini

«L’IRCCS partecipa alla raccolta del 5×1000 dal 2012: ogni anno osserviamo una crescita molto sostenuta, sia nel numero di cittadini che ci scelgono sia in termini di fondi ricevuti», spiega Massimo Costantini, direttore scientifico dell’AUSL IRCCS. «Quest’anno la cifra raccolta è sostanziosa e ci permette di promuovere un bando competitivo: da un lato è l’occasione per i nostri ricercatori di avere fondi a disposizione per la loro attività di ricerca, dall’altro è un valido strumento per far emergere idee innovative».
I risultati del bando saranno resi noti a gennaio 2019, terminato il processo di valutazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here