Al San Matteo di Pavia una nuova family room

Al San Matteo di Pavia una nuova family roomLa voce della madre è la prima che il bambino impara a riconoscere, già prima della nascita. Il suono, portato dalla materia e dal liquido amniotico giunge infatti al feto e lo accompagna per tutta la gestazione. E così, dopo la nascita, la voce della mamma è in grado di calmare il neonato nei suoi momenti di difficoltà.

Che cosa succede nel caso di un nato prematuro? Separato dalla mamma e tenuto in incubatrice, spesso non può godere del benefico cullare della voce materna. Per ovviare a questo problema l’associazione “Gli amici de Il dono di Federica” ha regalato all’Irccs Policlinico San Matteo di Pavia una nuova Family Room per i neonati prematuri e le loro mamme e un dispositivo MamiVoice che porta la voce della mamma e il suono a contatto con il bambino in incubatrice, con effetto positivo sui problemi cardiaci e respiratori, come dimostrato da vari studi.
La Family Room è stata ideata per somigliare a un ambiente domestico, con tavolo, sedie, divano, specchio, cassettiera, per favorire la conoscenza tra il bambino e i suoi genitori.
Completano il progetto: il dispositivo Il Grande Orecchio, che segnala quando la soglia acustica adatta a un neonato in incubatrice viene superata, l’angolo Mamy Relax, dove la mamma può accomodarsi in poltrona e ascoltare musica per rilassarsi, e l’angolo Mami Training, adibito alla formazione dei genitori di bambini prematuri.

Stefania Somaré

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here