Prestazione e convenienza

Utilizzare tecnologie come la stampa 3D e la robotica per accelerare il lancio di prodotti innovativi per il comparto sanitario: è l’obiettivo di GE Healthcare, che ha aperto il suo primo laboratorio di stampa 3D in Europa, a Uppsala in Svezia. Chiamato “Innovative design and advanced manufacturing technology center for Europe”, il laboratorio combina tradizionali attrezzature di lavoro con tecnologie di produzione avanzate come stampanti a metalli o a polimeri e robot collaborativi, o “cobot”. Tecniche avanzate come la stampa 3D possono apportare vantaggi significativi ai processi di produzione. Per esempio, un componente stampato in 3D può combinare 20 parti in un unico pezzo e migliorarne le prestazioni. La riduzione dei pezzi in un processo di produzione offre vantaggi in settori come l’industria del biomanufacturing, dove i processi e le attrezzature di fabbricazione sono complessi e composti da centinaia di componenti diversi. La multinazionale sta collaborando con la società di biotecnologie Amgen per testare le prestazioni di una colonna cromatografica utilizzata nel complesso processo di sviluppo dei biofarmaci, una serie di farmaci utilizzati per il trattamento di malattie, tra cui il cancro e le malattie immunitarie.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here