Tumore al seno, ricercatori italiani protagonisti di uno studio internazionale

Tumore al seno, ricercatori italiani protagonisti di uno studio internazionaleÈ stato pubblicato sulla prestigiosa rivista Cellular Oncology lo studio sulla prevenzione nel trattamento del tumore al seno (“Human IGF1 pro-forms induce breast cancer cell proliferation via the IGF1 receptor”) che vede tra gli autori anche i ricercatori italiani dell’Istituto dei Tumori di Milano Anna Villarini e Franco Berrino. L’articolo è stato selezionato come quello di maggiore impatto nel 2016 nell’ambito del “Change the World, One Article at a Time”, iniziativa di Spinger Nature, il più grande editore di libri accademici del mondo che pubblica le più importanti riviste scientifiche.

La ricerca ha riguardato un particolare tipo di ormone (IGF-1), mediatore dell’ormone della crescita, prodotto principalmente a livello epatico e nei muscoli e molto studiato per via del ruolo di promozione del tessuto muscolare e di malattie neoplastiche. I due ricercatori italiani si sono concentrati in particolare sulle tre isoforme IGF-Ea, IGF-Eb e IGF-Ec, constatando come le tre molecole fossero biologicamente attive sulle cellule tumorali, attraverso l’attivazione del recettore IGF-1-R in modo indipendente dalla forma matura di IGF-1 circolante nel sangue.
In attesa di ricevere gli ulteriori finanziamenti per la prosecuzione dello studio (già sovvenzionato dal Ministero della Salute), i ricercatori stanno mettendo a punto una metodica per identificare e dosare IGF-1 e le sue isoforme nel sangue per analizzare il ruolo nelle recidive di queste molecole, probabili fattori prognostici. Il lavoro è frutto della collaborazione della Fondazione Irccs dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e del Dipartimento di Scienze Biomolecolari di Urbino.

Lorenzo Dardano

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Tecnica Ospedaliera © 2017 Tutti i diritti riservati