L’Operating Room Management (ORM) uniforma la gestione della complessità nel blocco operatorio, rendendo più efficiente l’impiego di personale, materiale e locali.
Scopri nel white paper dedicato scaricabile qui come funziona e quali sono gli impatti positivi sia sulla soddisfazione del personale della sala operatoria sia dei pazienti.

Disciplina relativamente recente dell’ambito sanitario, l’Operating Room Management sta suscitando un particolare interesse a causa della potenziale capacità di aiutare le aziende sanitarie a migliorare la sicurezza del paziente, a garantire l’accesso razionalizzato e più tempestivo da parte dei chirurghi alle sale operatorie, a rendere più razionale l’utilizzo di luoghi, personale e materiale, a ridurre i ritardi e, infine, ad aumentare la soddisfazione del paziente e degli staff clinici.

Dal punto di vista della tecnologia, gli ORMS – Operating Room Management System si collocano nell’ambito di sistemi data-driven capaci di raccogliere i cosiddetti “dati di campo” al fine di creare informazioni di valore per gli utenti, consentendo un miglioramento continuo nei processi. Rendono disponibili infatti al personale clinico e agli amministratori tutti i dati clinici e finanziari che si riferiscono a ogni singola procedura chirurgica. Attraverso appositi moduli integrati fra di loro, ognuno dei quali traccia sia il percorso del paziente, sia quello dei materiali impiegati durante l’intervento chirurgico, il sistema è in grado di supportare il processo chirurgico nella sua organicità.

SCARICA IL WHITE PAPER

I quattro vantaggi dell’Operating Room Management

  • Risparmio di tempo e riduzione degli errori manuali tramite la stesura informatizzata
  • Monitoraggio in tempo reale del blocco operatorio
  • Ottimizzazione del flusso documentale pre e postoperatorio
  • Miglioramento nella gestione delle scorte e dei materiali grazie alla possibilità di organizzare al meglio l’utilizzo dei materiali e delle risorse, tramite una gestione puntuale del magazzino del blocco operatorio

Uno studio sull’impatto di un ORM in Chirurgia Ortopedica

Un recente studio condotto da Regione Campania, Formez, Università Federico II e CIRPA ha preso in esame la fattibilità di un Operating Room Management System a beneficio della chirurgia ortopedica delle Aziende Ospedaliere Ospedale dei Colli e Santobono Pausilipon.

Il project work ha identificato come modello di riferimento l’IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna “per analizzare – si legge nello studio – l’impatto derivante dalla possibilità di dotare i due complessi operatori di ortopedia delle due strutture sopracitate di un sistema informativo di sala operatoria valutandone le ricadute rispetto all’attuale stato di fatto (risorse umane, volume di attività rilevato nell’ultimo triennio ecc.) delle sale e ricavandone una possibile stima di costi/benefici nell’introduzione del processo di gestione del percorso chirurgico delle sale operatorie, simulando una sua completa informatizzazione”.

Scopri i risultati dello studio scaricando il whitepaper cliccando sul link sottostante ⬇️

SCARICA IL WHITE PAPER

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here