Si svolgerà dal 6 al 9 ottobre 2021 a Roma il XXVII Congresso Nazionale della Società Italiana di Neonatologia, in formula mista, presieduto dal presidente Fabio Mosca.

Tra gli argomenti principali i cambiamenti imposti dalla pandemia alla riorganizzazione della rete perinatale, che si è adeguata a nuove regole, a volte stringenti ma finalizzate alla tutela e sicurezza di mamma e neonato.

I lavori saranno aperti dal presidente Mosca con la sessione plenaria “Nascere in Italia oggi: come è cambiato lo scenario”, che prevede un focus sulla denatalità, sulla nascita ai tempi del Covid-19, con i dati di un’indagine sulle pratiche di assistenza neonatale e di family centered care durante la pandemia in Italia e l’impatto del Covid-19 sull’assistenza ai neonati in Europa.

Tra gli altri temi segnaliamo le cure palliative perinatali, al centro di una sessione parallela, con aspetti di etica clinica e di gestione del neonato considerato inguaribile e della sua famiglia e le novità anche su Pneumologia e Rianimazione neonatale, nel corso di una sessione plenaria.

Anche il Nutrizione e accrescimento avrà una sessione dedicata e tratterà del ruolo dell’allattamento materno e della nutrizione per la crescita dei neonati, in particolare per i prematuri, in concomitanza anche della Settimana Mondiale dell’Allattamento, che si conclude il 7 ottobre.

Nella sessione di Infettivologia saranno discussi i risultati di una survey internazionale e saranno analizzati gli aspetti relativi alla prevenzione, alla gestione e alla cura delle infezioni ospedaliere, con la presentazione della nuova Linea Guida SIN, per uniformare procedure e precauzioni di prevenzione sul territorio nazionale.

Un’attenzione particolare andrà all’infezione da Sars-Cov-2, con aggiornamento dei dati provenienti dal Registro Nazionale SIN.

La cura del Neonato nel centro di I livello, tra best practice, modelli assistenziali e attualità, è il tema di una ulteriore sessione.

Al miglioramento della qualità delle cure anche attraverso l’elaborazione di dati e standard sarà dedicata la sessione “La fotografia della Neonatologia in Italia: l’importanza dei dati e degli standard”, in cui si analizzeranno i dati dell’INNSIN, il nuovo Network neonatale sui nati pretermine, strumento chiave per la ricerca scientifica, per la valutazione delle procedure assistenziali e degli esiti, anche in una logica di confronto fra aree e singoli centri, nonché per la promozione di interventi di miglioramento della qualità delle cure.

Sarà presentato ufficialmente il Libro Rosso della SIN Standard Organizzativi per l’Assistenza Perinatale, realizzato da un team multidisciplinare e multiprofessionale, che ha coinvolto i professionisti dell’area materno infantile e prestigiose Università italiane. Il Libro Rosso si pone come punto di riferimento per l’organizzazione dei Punti Nascita nel nostro Paese, con l’unico obiettivo della qualità e la sicurezza della diade madre neonato e la continua ricerca della soddisfazione di madri/genitori al momento dell’evento travaglio/parto/nascita.

Gli “Standards Assistenziali Europei per la Salute del Neonato” permetteranno, invece, di orientare le scelte nell’assistenza dei neonati, per cercare di eliminare le troppe differenze che, purtroppo, ancora esistono in Italia. Prodotti dall’European Foundation for the Care of Newborn Infants (EFCNI) e tradotti in italiano grazie alla collaborazione tra SIN e Vivere Onlus Coordinamento Nazionale Associazione per la neonatologia, gli Standard sono finalmente disponibili per tutti i punti nascita italiani e saranno presentati durante il Congresso, insieme al Libro Rosso, nel corso di una conferenza stampa. La fotografia dell’assistenza neonatologica in Italia, con i dati aggiornati del 2020, sarà invece rappresentata nel Libro Bianco della SIN.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here