Lipogems International Spa, azienda attiva nel settore della medicina rigenerativa e delle tecnologie mediche per la processazione del tessuto adiposo, ha annunciato il completamento dell’arruolamento dei pazienti per il trial clinico ATTIC. Questo studio multicentrico italiano si concentra sulla cura della complicanza piĂą grave della malattia di Crohn: la fistola perianale complessa.

La societĂ  ha giĂ  consolidato un nuovo standard di cura nel campo dell’ortopedia, in particolare per quanto riguarda la terapia conservativa dell’osteoartrosi. Questo mercato ha un valore stimato di circa 7 miliardi di dollari solo negli Stati Uniti. Ora, con il raggiungimento di questo nuovo traguardo, Lipogems si prepara a rivoluzionare il trattamento dei pazienti affetti dalla malattia di Crohn.

La sfida della fistola perianale nella malattia di Crohn

La malattia di Crohn colpisce circa 2.5 milioni di persone in USA, Europa e Giappone, e di questi, circa 1 milione sviluppa fistole perianali di vario grado. Le fistole perianali complesse rappresentano una sfida clinica significativa, causando notevoli sofferenze fisiche e psicologiche per i pazienti, oltre a un impatto economico rilevante sui sistemi sanitari. Si stima che il mercato del trattamento delle fistole perianali complesse abbia un valore annuo di circa 16 miliardi di dollari.

Il trial clinico ATTIC e aspettative

I risultati dello studio ATTIC sono attesi per la fine del 2024. Questi dati saranno cruciali per dimostrare l’efficacia e la sicurezza del tessuto adiposo microframmentato nel trattamento delle fistole perianali complesse. Se i risultati saranno positivi, Lipogems potrebbe diventare un’alternativa terapeutica all’attuale gold standard, confermando il suo ruolo di impresa innovativa e dinamica nel campo della medicina rigenerativa.

“L’obiettivo di Lipogems è estendere l’utilizzo del dispositivo Lipogems® a tutte le applicazioni possibili per migliorare la qualitĂ  della vita dei pazienti affetti da patologie attualmente prive di cure efficaci”, ha dichiarato Giorgio Ninzoli, ad di Lipogems International Spa. “I risultati attesi dallo studio ATTIC saranno un’ulteriore conferma dell’eccellenza dell’industria italiana in ambito medicale”.

Innovazione nella medicina rigenerativa

Il dispositivo Lipogems è un dispositivo medico certificato e autorizzato per il prelievo e la processazione del tessuto adiposo.
La procedura, mininvasiva, può essere completata in meno di un’ora sia in sala operatoria che in un ambulatorio chirurgico.
Prevede un piccolo prelievo di tessuto adiposo, generalmente dall’addome, la sua processazione e il successivo innesto.

Il processo di microframmentazione simula un danno tissutale, innescando i naturali processi di riparazione dei tessuti. In particolare, attiva la trasformazione dei periciti in cellule mesenchimali (MSC).
Il tessuto adiposo microframmentato ottenuto è privo di sostanze oleose e residui ematici con proprietà pro-infiammatorie, destinato a innesto autologo con alte concentrazioni di periciti e cellule mesenchimali attive che favoriscono il naturale processo rigenerativo.

Applicazioni e risultati

I campi di applicazione del dispositivo Lipogems sono molteplici, tra cui l’osteoartrite del ginocchio, dell’anca e della spalla, l’ulcera del piede diabetico e la fistola perianale da malattia di Crohn.
Inoltre, è in fase di sperimentazione come veicolo di somministrazione dei farmaci nel trattamento di tumori e infezioni. A oggi, oltre 60.000 pazienti sono stati trattati nel mondo con questo sistema e più di 120 pubblicazioni scientifiche sono apparse su prestigiose riviste.

Con il completamento dell’arruolamento per lo studio ATTIC, Lipogems International Spa prosegue con il suo impegno nell’innovazione e nella ricerca scientifica. Questo traguardo è un passo significativo verso nuove soluzioni terapeutiche per i pazienti affetti dalla malattia di Crohn.