Nuovi termini di decorrenza per l’obbligo di ordine elettronico tramite NSO – Nodo Smistamento Ordini, la piattaforma intermediaria che gestisce e convalida la trasmissione telematica degli ordini d’acquisto della sanità pubblica.
In modifica al decreto ministeriale del 7 dicembre 2018, che fissava il termine di decorrenza dell’obbligo al 1° ottobre 2019, a partire dal 1° gennaio 2021 entrerà in vigore l’obbligo per le prestazioni di servizi, mentre dal 1° febbraio 2020 sarà in vigore l’obbligo per enti e fornitori per quanto riguarda le cessioni di beni.
L’infrastruttura prevede, in aggiunta alle modalità tradizionali di comunicazione (PEC, FTP, WS) anche la trasmissione dei documenti su rete Peppol (Pan-European Public Procurement On-Line).
Questo scenario normativo presuppone che la Pubblica Amministrazione e i suoi fornitori si avvalgano di un service provider che sia contemporaneamente Certified Peppol Access Point e intermediario accreditato verso NSO.

SB Italia, digital innovation company che realizza soluzioni IT all’avanguardia per le aziende che desiderano innovare, è accreditata all’NSO ed è anche access point certificato Peppol: come interlocutore certificato, è in grado di indirizzare, ricevere e trasmettere documenti elettronici e messaggi all’interno della rete dell’e-procurement pubblico.

Pablo Pellegrini, BU Manager, Document Management, Workflow and Services di SB Italia, osserva come «la digitalizzazione del processo d’acquisto porterà a una maggiore efficienza e assicurerà la completa tracciabilità degli ordini del SSN, riducendo drasticamente sprechi e inefficienze.
Grazie allo sviluppo delle migliori tecnologie e applicando al meglio le normative vigenti, SB Italia è in grado di agevolare la trasformazione digitale dei processi e l’interoperabilità fra aziende, acquisendo un ruolo di riferimento per le organizzazioni».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here