Ictus: uno stimolatore aiuta la riabilitazione

Un ictus cerebrale determina la perdita di una piccola area del cervello: a seconda della dimensione e della funzione dell’area stessa, il paziente soffrirà di determinate perdite di sensibilità o/e capacità motoria.
Inoltre, dal momento che spesso l’ictus si verifica in un emisfero cerebrale, tali disabilità sono asimmetriche.

La riabilitazione fisica che si mette in atto dopo un evento di ictus ha la funzione principale di stimolare la plasticità sinaptica tipica del sistema nervoso centrale: ripetere un movimento porta infatti nuove aree del cervello, prima deputate ad altre funzioni, a modificarle a favore delle esigenze del paziente.

Si tratta però di un processo lento, che può anche non ridare alla persona la sua autonomia. E qui entra in gioco il nervo vago.

Ci sono studi che dimostrano che una sua attivazione favorisce il rilascio, a livello cerebrale, di molecole che sostengono il processo di riorganizzazione delle diverse aree del cervello. Da qui l’idea di un team di ricerca dell’Università del Texas di Dallas: creare uno stimolatore elettrico da impiantare sul nervo vago per sfruttare questa sua capacità durante la riabilitazione post-ictus.

Il dispositivo, realizzato da uno spin-off della stessa Università, si è dimostrato utile e abbastanza sicuro. Lo studio ha coinvolto però un basso numero di pazienti (17), tutti con disabilità agli arti superiori.

I soggetti sono stati divisi in due gruppi: uno con il device attivo e l’altro con un device di controllo inattivo. Tutti hanno partecipato a un programma di riabilitazione per 6 settimane in clinica e poi a esercizi a casa. I ricercatori hanno misurato i risultati al giorno 1, 30 e 90.

Alla fine del percorso i pazienti con il device attivo sono migliorati di 9.5 punti rispetto allo score iniziale, mentre i pazienti di controllo hanno visto un miglioramento medio di soli 3,8 punti.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Stroke: Teresa J. Kimberley, David Pierce, Cecília N. Prudente, Gerard E. Francisco et al. Vagus Nerve Stimulation Paired With Upper Limb Rehabilitation After Chronic Stroke. A Blinded Randomized Pilot Study. Stroke. Novembre 2018. Vol 49, Issue 11, pagg 2789–2792.

Stefania Somaré

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here