Il Dipartimento Patologia e Cura del Bambino dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, diretto dalla prof.ssa Franca Fagioli, può ora contare su un fluoroscopio, apparecchio di brillanza che consente di ridurre le fratture del bambino in modo ottimale direttamente in sala gessi, in alcuni casi evitando anche il ricovero e successivo intervento chirurgico.

La nuova acquisizione permette di migliorare l’intero processo di intervento. Prima, quando il paziente arrivava in sala gessi con la radiografia del Pronto Soccorso, l’ortopedico procedeva con la necessaria riduzione per poi effettuare il gesso, ma lavorava alla cieca, in un certo senso.
Il paziente veniva quindi portato in Radiologia per effettuare una nuova radiografia di controllo e se l’allineamento non fosse stato soddisfacente si sarebbe ricominciato dall’inizio, con una seconda riduzione.
Questo ciclo poteva ripetersi anche più volte.

Ora non è più così, il fluoroscopio consente di lavorare sotto costante controllo radiografico, dando modo all’ortopedico di verificare costantemente sia la correttezza della manovra di riallineamento sia che non si perda l’allineamento ottenuto durante il confezionamento del gesso.
Inoltre, il paziente e gli operatori ricevono meno dose radiante.
Il macchinario è stato donato al Dipartimento da una serie di associazioni locali, in collaborazione con Kia Motor Italia.

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here