Demenze e malattie neurodegenerative sono in aumento e crescono di pari passo con l’invecchiamento della popolazione.
Per favorire l’inclusione sociale dei soggetti affetti da malattia di Alzheimer e altre forme di demenza, l’Asl TO3 ha sviluppato un progetto ad hoc, chiamato “Move your Hands for Dementia” che si propone di sviluppare competenze di alfabetizzazione sanitaria sulla demenza tramite corsi di formazione rivolti sia agli operatori sia ai cittadini comuni.

Obiettivo finale, creare intorno a questi pazienti e alle loro famiglie una “comunità amichevole”, per contrastare il senso di solitudine che spesso ne caratterizza l’esistenza.
L’adizione di comportamenti più adeguati alle esigenze di queste famiglie presenta vantaggi anche per le strutture sanitarie, dal momento che potrebbe aiutare a ridurre i ricoveri in struttura e anche le richieste di aiuto improprie.

Il progetto si è guadagnato il premio della Commissione europea nell’ambito del programma Erasmus Plus – settore Educazione per gli Adulti, ottenendo un finanziamento di 299.827.
La proposta è stata presentata dall’Asl TO3 all’interno di un partenariato strategico di cui fanno parte enti pubblici e privati di sette Paesi europei: Belgio, Bulgaria, Cipro, Grecia, Slovenia e Spagna, oltre all’Italia.

Il direttore generale dell’Asl TO3, Flavio Boraso, ha sottolineato: «è un approccio innovativo, che parte da una prospettiva differente nella considerazione di malattie difficili da affrontare e di grande diffusione come l’Alzheimer e altre forme di demenza, che costituiscono una sfida per tutto il sistema sanitario.
L’apprezzamento ottenuto da questo progetto in sede europea rappresenta il riconoscimento dell’impegno che da anni l’Asl TO3 porta avanti in questo settore».

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here