Laerdal SimMan Vascular, simulazione e training a cuore aperto

Basato sulla piattaforma SimMan 3G, SimMan Vascular è una soluzione di simulazione ad alta fedeltà sviluppata da Laerdal con l’obiettivo di agevolare e potenziare i programmi di formazione degli operatori ospedalieri circa il trattamento degli eventi cardiovascolari acuti e relativi interventi

Sul mercato dal 2018 il simulatore ad alta fedeltà e in scala reale SimMan Vascular di Laerdal integra la tecnologia endovascolare VIST di Mentice ed è stato sviluppato per aiutare a migliorare la gestione del tempo critico, il processo decisionali, la comunicazione e la gestione dei processi interdipartimentali, il passaggio di consegne tra i reparti, in caso di evento cardiovascolare acuto.

Sta trovando perciò applicazione con successo nella formazione del personale medico e paramedico anche perché, in una prospettiva più ampia, è di supporto alla definizione dei percorsi di cura più efficienti per i singoli soggetti e casi, già a partire dall’arrivo dell’ambulanza in ospedale.
La sua utilità è stata apprezzata e messa in evidenza da utilizzatori come il cardiologo Iqbal Malik dello Imperial College Healthcare – NHS Trust di Londra, o come la consulente anestesista Sadie Sayed, impiegata presso la medesima struttura, che ne hanno sperimentate le risorse e le funzionalità.

Nella fattispecie, Malik ha sottolineato che SimMan Vascular offre la possibilità di simulare alcune operazioni critiche come l’impianto di un pacemaker temporaneo o di uno stent, con un grado di realismo davvero notevole. Più in generale, però, il simulatore consente di fare pratica su come ridurre il tempo di riperfusione dell’ictus ischemico o dell’infarto miocardico acuto oppure ancora per gestire il trauma vascolare e il sanguinamento pelvico. Risponde a interventi clinici controllati dagli istruttori o a scenari pre-programmati per una impostazione efficace della diagnosi e del trattamento dei pazienti in ambiente pre-ospedaliero o ospedaliero.

Include quindi numerosi quanto realistici scenari di chirurgia interventistica tramite la cateterizzazione dell’arteria e vena femorale sinistra e dell’arteria femorale destra.

Chirurgia simulata in risposta a problemi reali

Le aree di specializzazione interventistica acuta si concentrano specificamente sul trauma vascolare – REBOA e sanguinamento pelvico o embolizzazione – e sull’IMA/STEMI.
Quanto poi alla tecnologia hardware integrata EV di Mentice, essa si compone di tre tracker: accesso femorale destro e un accesso tracker sinistro per REBOA e stimolazione cardiaca temporanea.
Prevede tre diversi scenari operativi: trauma vascolare (REBOA e sanguinamento pelvico), ictus ischemico e IMA per arresto cardiaco.
L’interfaccia utente di Mentice è integrata nel software LLEAP, sviluppato da Laerdal per la gestione della simulazione. Mette quindi a disposizione funzionalità ulteriori di fluoroscopia in tempo reale, uso di dispositivi clinici veri, un monitor paziente-dinamico e la somministrazione di farmaci.

Se lo si desidera, la fluoroscopia simulata può essere visualizzata sul consueto display della fluoroscopia. SimMan Vascular si arricchisce inoltre di possibilità di chirurgia interventistica, come è stato anticipato più su, attraverso la cateterizzazione dell’arteria o vena femorale sinistra e dell’arteria femorale destra.
Si stima che solamente nel 2015 siano morte nel mondo 17,7 milioni di persone a causa di malattie cardiovascolari, pari al 31% di tutti i decessi globali. Di questi decessi, circa 7,4 milioni erano dovuti a malattie coronariche e 6,7 milioni erano invece dovuti a ictus. Un interventista formato, da solo, impiega circa 30 minuti per eseguire un PCI a metà lesione. Un tirocinante o una persona poco esperta potrebbe impiegare fino a 60 minuti.
È stato calcolato che il costo generato da tali interventi, a fronte di queste tempistiche, possa ammontare a 300 euro circa, per l’ospedale e il paziente.

Roberto Carminati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here