L’Urologia di Desio continua a crescere

Negli ultimi mesi l’ASST di Monza ha favorito l’introduzione di vari avanzamenti tecnologici soprattutto nella struttura ospedaliera di Desio.
L’ultima novità riguarda l’UO di Urologia, dove è stata utilizzata per la prima volta in Regione Lombardia e la seconda volta in Italia, la tecnica Rezum, ovvero un trattamento termico al vapore per intervenire sulla patologia benigna ostruente della prostata.

Francesco Franzoso

A condurre l’intervento è stato il dottor Francesco Franzoso, già riferimento regionale per l’uso della tecnologia Green Laser. Considerata un trattamento minimamente invasivo, la tecnica Rezum non asporta tessuto, ma utilizza il vapore iniettato direttamente nella ghiandola per favorire il riassorbimento del tessuto in eccesso.

In questo senso, promette di non dare luogo a effetti collaterali, come la riduzione del desiderio sessuale e la perdita dell’eiaculazione, evento che si verifica nel 10-15% dei pazienti con più di 40 anni.
Inoltre, potendo evitare l’uso di terapia farmacologica, non si rischia il conflitto con altri farmaci.

L’intervento si esegue in day surgery con dimissione entro le 24 ore, anche se la tecnica consentirebbe di dimettere i pazienti il pomeriggio stesso, con un piccolo catetere di sicurezza da tenere tre giorni.
Il beneficio si manifesterà progressivamente nei tre mesi successivi.

Mario Alparone, direttore generale dell’ASST, ha sottolineato: «l’ASST di Monza promuove l’innovazione tecnologica a beneficio del paziente. Questa nuova tecnica consente una minore invasività della procedura sempre a favore del paziente, con tempi di degenza ridotti e una ripresa postoperatoria più veloce».

Stefania Somarè

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here