Nuova frontiera contro le infezioni ospedaliere

Sono positivi i risultati della sperimentazione di una nuova tecnologia per la lotta alle infezioni nosocomiali, condotta presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi attraverso 99MS, un sistema di disinfezione che impiega una soluzione di perossido d’idrogeno e cationi d’argento, tecnologia creata dalla start up tecnologica italo-svizzera 99 Technologies. Nelle due unità ospedaliere luogo della sperimentazione è stata drasticamente abbattuta l’incidenza media delle infezioni da Clostridium difficile, passando dal 4,61% (valore pre-introduzione della nuova tecnologia) allo 0,2%. La novità sta nella tecnologia HyperDryMist® che, tramite un modulatore micro nebulizzatore, permette l’erogazione automatizzata in ambienti confinati (in assenza di pazienti e operatori e dopo la fase di cleaning della stanza) della nebbia secca di una soluzione co-formulata a base di perossido d’idrogeno e cationi d’argento. Il risultato è stato, da ottobre 2012 a marzo 2013, una riduzione della percentuale d’infezioni da Cdca dal 4,61% pretrattamento allo 0,22%. Questa soluzione permette inoltre di superare i limiti delle modalità di disinfezione manuale attualmente in uso in ambiente ospedaliero, legati alla difficoltà di raggiungere le superfici piccole e nascoste e all’impossibilità di garantire, nonostante protocolli molto specifici, la costanza del risultato, che dipende sempre dall’attività del singolo operatore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here