Contro l’emergenza Covid-19 il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri ha annunciato che il Governo ha presentato un emendamento per potenziare la telemedicina in Italia.
L’assistenza medica da remoto rappresenta, infatti, un valido strumento per fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso, in cui √® fondamentale limitare spostamenti e contatti.

In Irlanda il servizio di teleconsulto è stato lanciato per combattere la pandemia e garantire assistenza sanitaria ai cittadini al riparo dal rischio di contagio.
Il nuovo portale permette ai medici di base di seguire i pazienti da remoto.
Il servizio √® stato reso disponibile al pubblico dopo soli quattro giorni dalla call lanciata dall’Health Services Executive, il servizio sanitario irlandese.

Il portale √® stato sviluppato dalla start-up irlandese Wellola, supportata da Enterprise Ireland, l’ente governativo per l’export e l’innovazione, 1¬į VC d’Europa e 2¬į al mondo.

La start-up, specializzata nell’ITC applicata all’healthcare, ha sviluppato e messo online il 17 marzo scorso una nuova app della massima sicurezza che permette a medici e operatori sanitari di relazionarsi con i pazienti restando al riparo dalla pandemia.

Wellola sta ora rispondendo alle richieste provenienti da altri Paesi europei, tutti alla ricerca di soluzioni per contrastare l’epidemia.

Battezzata HSE Covid 19 Portal, la piattaforma digitale è facile da usare e offre garanzia di sicurezza per operatori sanitari e pazienti.
L’app si basa su una tecnologia gi√† sviluppata e testata da Wellola; tutti i cittadini possono scaricarla gratuitamente dal sito dedicato.

In questo modo le relazioni vengono mantenute e i trattamenti sono trasmessi senza rischi di contagi.
Il nuovo portale permette a medici e operatori sanitari di offrire una serie di servizi come prenotazioni e ricette mediche, videoconsulti, raccolta e organizzazione di dati e informazioni importanti nella valutazione del quadro clinico.