Parte l’11 maggio il progetto di presa in carico multidisciplinare per i residenti nella provincia di Cremona che sono stati ricoverati per Covid-19 negli ospedali di Cremona e Oglio Po e che hanno ricevuto supporto ventilatorio e ossigenoterapia ad alto flusso.
Gli operatori del Centro Servizi contatteranno i pazienti dimessi dagli ospedali di Cremona e Oglio Po per proporre una serie di controlli funzionali alla fase post-acuta.

«Abbiamo pensato a un percorso di presa in carico dei pazienti Covid-19 dimessi dai nostri ospedali per sostenere al meglio delle possibilità clinico-assistenziali queste persone che hanno affrontato una situazione complessa e imprevista», spiega Giuseppe Rossi, direttore generale dell’Asst di Cremona.
«L’aspetto innovativo è non delegare al paziente la gestione del suo percorso di cura, ma aiutarlo e sostenerlo in modo concreto sul lungo periodo e in ogni fase della malattia, vicino a casa.

Il principio di presa in carico vale per tutti i pazienti cronici con una o più patologie.
A maggior ragione vale per queste persone che si trovano in una condizione nuova.
Per questo ci è sembrato importante avviare immediatamente un percorso dedicato.
La ragione essenziale è individuare e rispondere a eventuali esigenze di salute della persona compita da Covid-19».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here