Polmonite: TC e radiografia a confronto

Individuare per tempo i casi di polmonite è fondamentale per poter avviare trattamenti terapeutici tempestivi.
Tradizionalmente la diagnosi di polmonite viene effettuata con una radiografia del torace, sebbene lo standard di riferimento sia la TC.

Uno studio statunitense (The Clinical Utility of Chest Radiography for Identifying Pneumonia: Accounting for Diagnostic Uncertainty in Radiology Reports, A. Makhnevich, L. Sinvani, S.L. Cohen, K.H. Feldhamer, M. Zhang, M.L. Lesser and T.G. McGinn) ha calcolato le performance statistiche di questa radiografia nell’individuare i pazienti con polmonite, tenendo conto dei risultati non certi che entrambi gli strumenti diagnostici possono dare.

Si sono quindi profilati più scenari: i risultati incerti di radiografia e TC sono in realtà positivi; le radiografie incerte sono positive, ma non le TC; le radiografie incerte sono negative mentre quelle della TC sono positive; entrambi i casi di incertezza sono negativi; i risultati non certi di radiografia e TC sono esclusi.

Un’analisi retrospettiva condotta su un campione di 2411 pazienti ha evidenziato che i casi incerti sono maggiori tra le radiografie che tra le TC del petto (31,8% versus 21,7%).

Le successive analisi degli scenari individuati indicano la radiografia come uno strumento poco affidabile per determinare la presenza di polmonite, dal momento che un risultato positivo supporta la diagnosi di malattia, ma uno negativo non dà certezza della sua assenza. Sarebbe quindi meglio utilizzare lo strumento standard, ovvero la TC.

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here