Pronto Soccorso laziali in rete

Dal prossimo primo gennaio tutti i 47 Pronto Soccorso facenti parte della rete di emergenza della Regione Lazio saranno collegati dal sistema Advice, una piattaforma che permette di condividere i risultati di indagini diagnostiche ed esami di laboratorio, in modo tale da favorire il teleconsulto tra centri hub e spoke.

Grazie al collegamento in rete, quindi, tutti i Pronto Soccorso laziali potranno usare la telemedicina per migliorare il loro intervento sui pazienti, che facciano parte della rete pediatrica, trauma, ictus, cardiologica, cardiochirurgica, perinatale e delle malattie infettive.

Il primo innegabile vantaggio sta nella possibilità di intervenire su un paziente grave senza doverlo spostare in un ospedale Hub, ma semplicemente mettendosi in contatto con i loro esperti e valutando insieme la situazione. Se necessario, il paziente potrà essere comunque indirizzato in un altro Pronto Soccorso, ma grazie a questa innovazione i numeri caleranno decisamente.

La piattaforma Advice è stata sviluppata in casa dalla Regione e si è stimato che porterà a una riduzione il 50% e il 70% dei trasferimenti non appropriati nelle diverse specialità, con conseguente riduzione dei costi necessari per il trasferimento stesso.

Nicola Zingaretti, presidente Regione Lazio

Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, ha commentato: «ci sarà la possibilità, soprattutto per alcune patologie in cui il tempo è prezioso come per l’ictus e l’infarto, di comunicare e scambiarsi informazioni, evitare spostamenti inutili e perdite di tempo. Già in questi mesi sono migliorati gli esiti delle cure per infarto e altre patologie».

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here