Sala operatoria con risonanza magnetica a Bergamo

Sala operatoria con risonanza magnetica a BergamoL’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo utilizza una sala operatoria con annessa risonanza magnetica a 1,5 e dotata di sistema di neuronavigazione, dove sono già stati eseguiti 18 interventi di Neurochirurgia.

Il suo utilizzo è concentrato soprattutto in campo oncologico e in particolare nella rimozione di gliomi e adenomi, poiché consente maggiore precisione e la possibilità di verifica immediata dell’esito dell’atto chirurgico.
La sala ospiterà anche interventi sui bambini (una decina l’anno) e vi è intenzione di utilizzare la RM a pieno regime, mettendo a disposizione la macchina anche a neurochirurghi provenienti da altri ospedali e utilizzandola, quando non impegnata in interventi, per eseguire esami sui pazienti ricoverati, in modo da ridurre l’attesa per le RM in regime ambulatoriale.

L’esame viene eseguito dopo aver rimosso quello che il neurochirurgo suppone sia la totalità del tumore. Se la risonanza mostra che sono rimasti frammenti di tumore, questi vengono rimossi senza sottoporre il paziente a un secondo intervento chirurgico e migliorando la prognosi.

L’Ospedale Papa Giovanni XXIII può contare anche su una sala operatoria dotata di una TAC, usata in interventi di Neurochirurgia, Ortopedia, Chirurgia Maxillo-Facciale e di Neuroradiologia in pazienti affetti da patologie della colonna vertebrale, da fratture degli arti inferiori, del collo femorale e del bacino o che necessitano di protesi di anca e ginocchio, con possibilità – anche in questo caso – di verifica immediata dell’esito dell’atto chirurgico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here