Tac più sicure e precise: un progetto dell’ISS

“Intelligenza artificiale e tecniche mutuate dalle scienze fisiche per un’efficace ottimizzazione degli esami Tac” è un progetto portato avanti dal Centro Nazionale Tecnologie Innovative per la Salute Pubblica (TISP) dell’ISS con varie strutture dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi e dal Dipartimento di Fisica dell’Università di Firenze.

Mauro Grigioni

Il progetto prevede anzitutto di introdurre nuove metodiche per la lettura delle immagini diagnostiche, che sono sempre più essenziali per valutare lo stato di salute di pazienti affetti da patologie di vario tipo.

Un ulteriore obiettivo è formare i diversi operatori all’uso delle Tac e uniformare le linee d’azione di chi opera nell’imaging diagnostico.

L’ingegner Mauro Grigioni, direttore del TISP, ha dichiarato: «nell’ambito della riunione sono state tracciate le linee d’azione essenziali per portare avanti il progetto.
È necessario applicare nelle immagini diagnostiche nuove metodiche innovative nel campo dell’astrofisica per l’analisi di matrici di dati tridimensionali e, allo stesso tempo, applicare metodologie di assicurazione di qualità, per la determinazione di standard di riferimento adeguati a rendere efficace e appropriato l’utilizzo delle tecniche di intelligenza artificiale sulle immagini stesse».
Per poter lavorare con la intelligenza artificiale è necessario istituire una biobanca nazionale apposita e definire la qualità del dataset.

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here