Università Campus Bio-Medico: il nuovo Pronto Soccorso

Lo scorso 19 febbraio sono stati avviati i lavori per la realizzazione del Dipartimento di Emergenza e Accettazione (DEA) di I livello del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, che andrà ad arricchire l’offerta della zona sud ovest di Roma e a integrarsi nella Rete dell’Emergenza-Urgenza e nelle Reti Tempo Dipendenti Regionali.

DEA Campus BioMedico progettoIl nuovo DEA occuperà circa 2100 mq e sarà così strutturato:

  • Area accoglienza con zona ristoro, monitor informativi e spazi pensati per somigliare a piccoli salotti;
  • Triage dotato di stanze per la prima visita;
  • Pronto Soccorso suddiviso in aree dedicate ai pazienti con diverse gravità di patologia, tra le quali ci sono anche 8 letti di Osservazione Breve Intensiva (OBI) per pazienti affetti da sindromi acute bisognose di trattamento e osservazione e 16 in Holding Area per quelli che attendono il posto letto per il ricovero;
  • Servizio di diagnostica per immagini dedicato con innovativa TAC 300 strati ad altissime prestazioni.

Sono inoltre previsti 3 percorsi per soggetti fragili con malattie infettive, box pediatrico e area riservata ai codici rosa per le vittime di violenza.

L’accessibilità è uno degli aspetti su cui ci si è maggiormente soffermati: l’eliporto, pensato per volo diurno e notturno, si troverà vicino alle sale operatorie, di Radiologia interventistica e di emodinamica; esternamente, è previsto un parcheggio da 40 posti auto con spazi dedicati a persone con disabilità e donne in gravidanza.

La fine dei lavori per la realizzazione del DEA del Campus Bio-Medico, che permetterà un aumento di posti letto da 300 a 350 e farà riferimento alla Asl di Roma 2, è prevista per la fine del 2019, con un’apertura che si dovrebbe attuare nei primi mesi del 2020.DEA Campus BioMedico presentazionePaolo Sormani, direttore generale del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, ha commentato che «con il completamento del Dipartimento Emergenza e Accettazione si apre per il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico una nuova stagione di integrazione totale con le reti assistenziali del Lazio, portando in dote la vocazione di servizio e le esperienze internazionali sviluppate con collaborazioni paritetiche con i più importanti centri di ricerca e di assistenza. Assieme al Polo di Radioterapia oncologica sulla Prenestina, al Centro di medicina del benessere di prossima apertura in centro a Roma e dell’hospice per le cure palliative, il nuovo DEA rappresenta una risposta di salute a trecentosessanta gradi per mettere davvero la persona al centro, declinando così la nostra missione: la scienza per l’uomo».

«L’attivazione di un Dipartimento di Emergenza e Accettazione all’Università Campus Bio-Medico di Roma rappresenta una novità importante su due versanti: il primo è quello dell’assistenza verso i cittadini che potranno contare su un nuovo pronto soccorso. Il secondo riguarda la possibilità per gli studenti e gli specializzandi di medicina, gli studenti di scienze infermieristiche e delle professioni sanitarie di poter vivere e formarsi come professionisti e come persone in un contesto di profonda simbiosi tra accademia e policlinico universitario, anche in vista del progressivo potenziamento ulteriore delle risposte di salute per i cittadini» ha concluso Raffaele Calabrò, rettore dell’Università Campus Bio-Medico.

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here