Rimuovere i tumori gastrointestinali preservando i tessuti sani

Rimuovere i tumori gastrointestinali preservando i tessuti sani
Jun Hamanaka (al centro) con l’équipe di Endoscopia Digestiva della Fondazione Poliambulanza

Dal Giappone a Brescia: questo il viaggio della tecnica ESD, ovvero “Dissezione endoscopica della sottomucosa”, innovativo metodo endoscopico che può rimuovere alcuni tumori gastrointestinali preservando i tessuti sani.
Un approccio più conservativo rispetto alle normali tecniche demolitive che è approdato alla Fondazione Poliambulanza insieme al dottor Jun Hamanaka dello Yokohama Hospital, giunto a brescia per formare l’équipe del reparto di Endoscopia Digestiva, diretto dal dottor Cristiano Spada.
I vantaggi di questa tecnica sono molti, in primis il mantenimento degli organi compromessi dal tumore e un miglior decorso post operatorio per il paziente, che si traduce anche in minor tempo di ricovero e quindi maggiori risparmi per la struttura sanitaria.
La presenza del dottor Hamanaka è possibile grazie alla collaborazione che la Fondazione Poliambulanza ha stretto con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e il Policlinico Gemelli, in particolare con il reparto di Endoscopia Digestiva, diretto dal professor Guido Costamagna, e con il reparto di Gastroenterologia, diretto dal professor Antonio Gasbarrini.

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here