Aiop Emilia-Romagna, costi luce e gas +300%

La sezione Emilia-Romagna dell’Associazione Italiana OspedalitĂ  Privata ha rilevato, a seguito di un’indagine promossa presso le sue 45 strutture ospedaliere aderenti, un aumento del costo di luce e gas non piĂą sostenibile.
La richiesta è trovare con forza e urgenza insieme alla Regione e al Governo una copertura economica che garantisca l’erogazione di servizi e prestazioni sanitarie.

L’indagine interna, avviata tra fine settembre e primi di ottobre, ha accertato una realtĂ  in prospettiva ancora piĂą grave di quella fatta nel 1° semestre 2022.
L’aggravio dei costi ha infatti assunto proporzioni insostenibili, con punte di quattro volte superiori rispetto al 2021 e di sei volte rispetto al 2020.

Va detto che il settore ospedaliero accreditato in Emilia-Romagna lavora al 95% per il SSN, garantendo prestazioni gratuite a tutti i cittadini, e in esso ha la sua unica fonte di entrata. AIOP rappresenta a livello regionale 45 ospedali che a loro volta rappresentano in termini di prestazioni circa il 20% di quanto erogato dal SSR.
Infine, l’ospedalitĂ  e il territorio (ambulatoriale), valgono circa il 50% del bilancio regionale.

Al suo interno AIOP comprende anche alcune RSA che sono state di recente messe a disposizione come potenziali ospedali di comunitĂ  (obiettivo territoriale del PNRR). Il caro energia, dopo la pandemia, ha piegato anche questo settore, in passato fiore all’occhiello anche rispetto ad altre Regioni avanzate.