Con la firma di un protocollo ad hoc, la collaborazione diventa triennale, il che permette migliore progettazione e interventi più completi.

Una collaborazione atta a sostenere i pazienti che hanno subito trauma nel proprio percorso riabilitativo e a offrire corsi di formazione avanzata in Chirurgia d’Urgenza: questi i principali obiettivi del protocollo firmato dall’Irccs San Gerardo dei Tintori di Monza con la Fondazione Morandi ETS. Fondata dalla famiglia Morandi a seguito di un traumatico quanto imprevedibile, la Fondazione basa le proprie azioni sul principio anglosassone del “give back”, ovvero restituire ciò che si è ricevuto, creando così idealmente un circolo virtuoso.

Matteo Morandi, presidente dell’omonima Fondazione, dichiara: «oggi è una giornata importante per noi della Fondazione e ringrazio personalmente il presidente Claudio Cogliati, il direttore generale Silvano Casazza e il direttore sanitario Aida Andreassi. Questo protocollo vuole essere l’inizio ufficiale di una collaborazione che speriamo possa contribuire al benessere di tutta la comunità monzese, perché come ci piace dire e ricordare sempre, far del bene ti fa bene. Sono tanti i progetti in arrivo e tante le persone che potranno essere coinvolte: questo grande cantiere in continua evoluzione deve essere motivo d’orgoglio per tutto il territorio».

Gli ambiti di intervento congiunto

A onor del vero Fondazione Morandi collabora da sempre con l’ospedale monzese, ma ora è stato definito un piano triennale e, come sappiamo, quando si vogliano introdurre nuovi progetti la certezza di continuità è un aspetto importante.

Diversi gli ambiti di intervento. Il primo riguarda la formazione in Chirurgia d’Urgenza attraverso vari percorsi che intendono aumentare le competenze di medici e infermieri di Urgenza presenti nel territorio monzese. I costi della formazione saranno a carico della Fondazione Morandi, così come la parte di comunicazione e promozione del progetto. Cinque i professionisti che ogni anno potranno accedere al percorso formativo, segnalati puntualmente dal dottor Stefano Perrone, responsabile S.S.D. Chirurgia di Urgenza del San Gerardo.

Il secondo tema trattato riguarda i pazienti post trauma che non possono permettersi i percorsi riabilitativi indicati per il pieno recupero: l’intento è di assicurarsi che queste persone possano comunque seguire la riabilitazione motoria, psicologica e meccanica.

Da ultimo, grazie alla collaborazione con Fondazione Morandi prosegue il progetto “Arte in ospedale”, per offrire ambienti di cura belli e confortevoli soprattutto in Pronto Soccorso e Neuropsichiatria infantile.

Il presidente di Fondazione Irccs San Gerardo dei Tintori di Monza si dice certo che la collaborazione con Fondazione Morandi possa «lasciare un impatto significativo sulle vite delle persone e sulla qualità complessiva dei servizi sanitari offerti nella nostra comunità. Non vedo l’ora di vedere i frutti di questo importante partenariato».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here