Stress lavoro correlato, migliorano i dati

© Stockdiscª All rights reserved Contact: Stockdiscª Freephone Ireland 1800 70 80 90 United Kingdom 0800 404 9624 United States 1866 951 2888 France 0800 905 706 United States Phone 011 353 66 7145002 Fax 011 353 66 7127088 International Phone ++353 66 7145002 Fax ++353 66 7127088 Web http://www.stockdisc.com email info@stockdisc.com This image may only be used by a licensed user, it may not be reproduced without licensing the appropriate Stockdiscª high resolution CD or image. License available at http://www.stockdisc.com. If you have any questions regarding the terms of the license, contact Stockdiscª before use.Lo stress da lavoro-correlato colpisce un italiano su quattro, portando alla perdita di circa trenta milioni di giornate lavorative, per un costo di ben tre miliardi di euro. Sono queste le conclusioni di uno studio organizzato dalla Fiaso e condotto in 19 Asl italiane su un campione di 65 mila lavoratori, per il progetto “Benessere organizzativo”. Quattro anni di lavoro intenso che hanno portato a risultati sorpendenti: il numero di “stressati” che lavora in un ambiente favorevole scende al di sotto del 10%, contro un 25% di partenza. La sanità ha fatto da apripista grazie al lavoro della Fiaso sperimentando con successo una politica di promozione del benessere nelle aziende sanitarie, racchiusa nelle oltre 200 pagine della ricerca appena presentata. Ricerca che potrà dettare la linea non solo nel comparto sanitario.
La Fiaso ha individuato tredici variabili che maggiormente influiscono sul benessere organizzativo, tra cui l’abilità, la capacità di utilizzare risorse proprie, la chiarezza del proprio ruolo, la capacità di fronteggiare gli eventi avversi, la soddisfazione lavorativa in genere, la condivisione degli obiettivi e il senso di comunità.
Ci hanno commentato i principali risultati del laboratorio e l’importanza di questa indagine Francesco Ripa di Meana, presidente Fiaso, e Daniele Saglietti del Coordinamento Nazionale Laboratorio Fiaso.

Caterina Lucchini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here