Veneto: nuove regole per l’assistenza primaria

Manuela Lanzarin, assessore ai Servizi Sociali della Regione Veneto

Puntare sul territorio significa sempre più dare responsabilità ai medici di medicina generale, coloro che più di tutti, nel SSN, entrano in contatto con i cittadini/pazienti.
Nei giorni scorsi la Giunta Veneta ha approvato una delibera, voluta dall’Assessore alla Sanità Manuela Lanzarin, con la quale si introduce un nuovo “organo” nell’assistenza primaria: il “Team di Assistenza Primaria”, formato al minimo da 4 medici di medicina generale e in grado di coprire un bacino di 8.000 assistiti.

Il team fa capo al Distretto Sociosanitario della Ulss in cui è collocato e avrà una sede di riferimento che dovrà garantire la presenza di un medico dal lunedì al venerdì per almeno 10 ore al giorno, oltre due ore il sabato mattina, dalle 8.00 alle 10.00.

Ogni medico potrà quindi tenere anche il proprio studio periferico e svolgervi attività nelle ore che non deve dedicare alla sede di riferimento.
Il team avrà anche il compito di stilare un Piano Assistenziale Individuale per i pazienti fragili, inserendolo quindi nel Fascicolo Sanitario Elettronico perché sia consultabile da tutti gli operatori della filiera; sarà supportato da personale infermieristico e amministrativo, fornito dalle Ulss di riferimento che si faranno anche carico dei costi.

Il progetto intende servirsi anche del teleconsulto come strumento per avvicinare i medici di medicina generale agli specialisti dell’Ulss e di teleconsultazione tra i mmg del Team e tra medico e paziente.
Lanzarin ha così commentato: «si tratta di una vera e propria svolta organizzativa, che riforma e migliora l’esperienza delle Medicine di Gruppo Integrate, tenendo conto al contempo dell’esperienza regionale maturata fin qui.
Applichiamo in concreto le indicazioni contenute nel Piano Sociosanitario 2019-2023 e i dettami delle nuove normative nazionali, alcune delle quali inserite anche nel recente decreto legge 35 del 30 aprile scorso, meglio noto come Decreto Calabria. Il nostro obbiettivo è rendere più semplice l’organizzazione e soprattutto più facile e immediato l’accesso delle persone alle cure primarie».

A disposizione degli assistiti ci sarà anche un servizio di segreteria, per agevolare l’accesso al medico e ai servizi erogati dal Team, attraverso un call center composto da personale qualificato, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 20.00 e il sabato dalle 8.00 alle 10.00.
Un’altra novità del Team è il ruolo degli infermieri che potranno erogare direttamente numerose prestazioni e opereranno per la gestione delle cronicità. Gli infermieri saranno presenti nella sede di riferimento per 12 ore al giorno, oltre il sabato dalle 8.00 alle 12.00.

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here