Sclerosi multipla: le opportunità dell’e-health

Sclerosi multipla: le opportunità dell'e-healthLa tecnologia, anche digitale, può essere utile nell’avvicinare i pazienti con sclerosi multipla ai propri famigliari, ad altri pazienti e ai medici stessi. Grazie ad app, dispositivi indossabili che consentono di tracciare l’attività del paziente, social media e videogiochi, utili anche alla riabilitazione, questi pazienti possono migliorare decisamente la propria qualità di vita e anche ottenere interessanti informazioni scientifiche. Lo dimostra il SM social network (www.smsocialnetwork.it), gestito dalla Clinica Neurologica dell’Università Vanvitelli di Napoli, diretta dal professore Gioacchino Tedeschi: un social che unisce 13.000 persone, permettendo un dialogo scientificamente corretto grazie alla partecipazione dei medici stessi.
Social e blog possono essere utili anche per coinvolgere pazienti in ricerche cliniche, per esempio, e per trovare fondi: lo afferma Klaus Schmierer, neurologo del Barts and The London School of Medicine and Dentistry di Londra e fondatore di un blog che è punto di riferimento internazionale dei malati di sclerosi multipla.
Quale che sia lo strumento di e-Health utilizzato, è opportuno conoscerne i limiti e i punti di forza.
Ecco quindi che i medici devono fare formazione per poter sfruttare al meglio ciò che la tecnologia digitale mette loro a disposizione.
Lo conferma il professor Tedeschi: «il web e la tecnologia digitale ci offrono un modo innovativo di affrontare l’assistenza ai pazienti».

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here